Prima uscita Civitagram: Tenuta Il Radichino

Prima uscita Civitagram: Tenuta Il Radichino

Tenuta Il Radichino

Si parte alla grande. 💪🏻

Civitagram è l’associazione culturale che valorizza il territorio, dunque come prima uscita, non potevamo non partire da una realtà aziendale di tutto rispetto che proprio dalla sua terra prende la linfa per crescere ed espandersi.

Il 17 Ottobre 2020, alle ore 10.30, la community Civitagram parte alla volta de la Tenuta il Radichino dei fratelli Pira, uno storico caseificio della Tuscia che mixa i sapori della Sardegna con quelli del viterbese.

Vuoi saperne di più sulla nostra prima uscita e su questa azienda?

Seguici.

Tenuta il Radichino: una realtà d’economia circolare

 

“Mi sono trasferito qui a Farnese dalla Sardegna alla fine degli anni 50, portando con me la lunga tradizione casearia legata alla pastorizia di quei tempi, che si tramandava di generazione in generazione.


A quell’epoca ero un ragazzo, ma quanta passione mettevo nel mio lavoro!
Da allora sono passati molti anni e col prezioso appoggio di Giuliana, mia moglie, la mia famiglia e la mia azienda agricola sono cresciute.


Quello che mi rende felice è sapere di aver trasmesso ai miei figli la mia stessa passione, il mio amore per le cose semplici, genuine e fatte con cura. Vederli portare avanti il mio lavoro mi riempie di orgoglio e mi ripaga di tanti sacrifici”.

Così Carmelo Pira, papà dei fratelli Pira (Tonino, Gianni e la sorella Francesca) riassume la sua storia, una storia fatta di duro lavoro, grandi soddisfazioni, traguardi importanti e una famiglia unica.

E’ passato veramente tanto tempo da quando papà Carmelo, produceva il pecorino romano giù in Sardegna. 

All’inizio, l’azienda Radichino, papà Carmelo la conduceva come affittuario, poi con il tempo è riuscito a comprarla. Con tanto lavoro, passione e caparbietà l’azienda è passata nel tempo dai 60 ettari iniziali agli attuali 250 tutti in regime biologico certificato da oltre 25 anni. 

Ebbene sì, tutto a regime biologico: il caseificio Radichino è una realtà d’economia circolare poichè dalla terra ricava il cibo per i suoi animali che a loro volta sono in grado di produrre cose strepitose.

Strepitosi sono i formaggi Pira: l’azienda alleva oltre 1500 pecore sarde e 80 capre, il latte viene impiegato per la produzione di 20 tipi di formaggio.

Fra tutti, ci teniamo a menzionare i formaggi di capra, i semistagionati, gli stagionati e i freschi.

La produzione dei formaggi della Tenuta Il Radichino

Tenuta Il Radichino

I formaggi del caseificio Radichino hanno ottenuto, negli anni, importantissimi riconoscimenti che hanno permesso all’azienda di far conoscere i prodotti anche fuori dal territorio, come ad esempio una delle 36 medaglie d’oro agli ALMA CASEUS AWARDS a CIBUS 2016, per la loro Toma Reale.

Alcuni dei formaggi prodotti dall’azienda:

I Formaggi di Capra : Ricotta Granduchessa, Poggio Conte e Blu Dolce
Formaggi Semistagionati : Hercle, Hercle Brivido, Giglio di Castro, Cretoso al pepe rosa, Cretoso al pepe nero, Cavone e Radichino
I Formaggi Stagionati : Don Carmelo, Toma Reale, Granducato di Castro, Granducato Dolce e Granducato Nero
I Formaggi Freschi : Ricotta Vallerosa, Cagliata Fiocco di neve e Costabella Primo sale
Specialità : Yogurt di pecora e di capra, Pepite di Radichino e Poggio Conte, Ricotta al forno e Ricotta salata

La manualità nella caseificazione, la salatura a mano, il trattamento in crosta con prodotti naturali come l’olio extravergine d’oliva e infine la stagionatura in ambienti sia climatizzati che in grotte naturali, rendono i formaggi Radichino dei prodotti unici e artigianali, eccellenza del territorio della Tuscia.

Anche un Agriristoro in cui rilassarsi alla Tenuta Il Radichino

Tenuta Il Radichino

I fratelli Pira, nel corso delle loro avventure, hanno messo in piedi assieme ai propri genitori, un agriristoro in cui potersi fermare dopo una gita in azienda.

Tutti i piatti sono preparati con ingredienti freschi e di qualità. Gli ingredienti provengono quasi esclusivamente dall’azienda, o comunque a filiera corta, garantendo sempre un’elevata qualità.

Nell’agriristoro Radichino tutto viene preparato a mano, dai dolci alla pasta fresca, portando avanti antichissime tradizioni che uniscono Sardegna e Tuscia, un viaggio alla scoperta dei sapori e dei profumi dei piatti tradizionali e degli ingredienti genuini che questo territorio offre.

Nel grande buffet avrete la possibilità di assaggiare tutti i prodotti di produzione familiare, dai formaggi – stagionati, semistagionati, freschi e di capra – ai salumi, le verdure e moltissimo altro ancora… tutto preparato dalle sapienti mani di mamma Giuliana.

Alcuni dei piatti tradizionali proposti nell’ agriristoro sono: gnocchetti sardi al ragù, pappardelle al cinghiale, ravioli di ricotta, maialino arrosto.

Cosa prevede la prima uscita Civitagram

La prima uscita di Civitagram sarà così organizzata:

  • Partenza ore 10.30 da Civitavecchia (si parte tutti insieme, con mezzi propri);
  • Arrivo intorno alle 11.15/20 in azienda;
  • Visita dell’azienda guidata dal fratello maggiore Tonino;
  • Pranzo nell’Agriristoro di famiglia intorno alle 13.30 (costo del pranzo 25€ a persona, menù fisso con bevande escluse);
  • Partenza dall’azienda per le 16.00 e rientro previsto intorno alle 17.00.

N.B: Per i tesserati Civitagram (tesserati qui se ancora non l’hai fatto), la visita in azienda sarà graduita.

Per i non tesserati, la visita avrà un costo di 10€: dunque il totale sarà 35€, col pranzo compreso.

Il pranzo non è obbligatorio ovviamente: chi vuole, può tornare con mezzi propri anche prima.

Il tutto chiaramente sarà documentato dai nostri Content Creator e verrà ritrasmesso sui nostri canali mediali.

Per unirti all’uscita presso la Tenuta Il Radichino, contattaci qui

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui social e condividi i nostri post :)